Prestazioni a sostegno del reddito
Cassa integrazione ordinaria
img

CHE COS’È
E’ un intervento a sostegno delle imprese in difficoltà che garantisce al lavoratore un reddito sostitutivo della retribuzione.

A CHI SPETTA
Agli operai, impiegati e quadri delle aziende industriali in genere, delle imprese industriali ed artigiane del settore edile e lapideo, esclusi gli apprendisti.

QUANDO SPETTA
In caso di sospensione o riduzione dell’attività produttiva dovuta ad eventi temporanei non imputabili all’imprenditore o ai lavoratori.

LA DOMANDA
Le imprese devono presentare la domanda presso gli uffici Inps competenti per territorio, entro 25 giorni dalla fine del periodo di paga in corso al termine della settimana in cui è iniziata la sospensione o la riduzione dell’orario di lavoro. I moduli sono disponibili presso gli uffici Inps e sul sito www.inps.it, nella sezione "moduli". La domanda può essere inoltrata anche per via telematica, tramite la sezione “moduli” oppure attraverso la sezione “Servizi per le aziende”, dai datori di lavoro e dai consulenti del lavoro muniti di PIN (numero di identificazione personale rilasciato dall’Inps).

Da ricordare
Ogni domanda per essere presa in esame deve contenere la documentazione indispensabile e le informazioni indicate sul modulo, come previsto dall’articolo 1, comma 783 della legge 296/06.

QUANTO SPETTA
L’integrazione salariale è pari all’80% della retribuzione complessiva che sarebbe spettata per le ore di lavoro non prestate.
L’importo è soggetto a limiti mensili, rivalutati annualmente in base alle variazioni dell’indice dei prezzi al consumo accertate dall’Istat.
Per il 2009 i limiti sono i seguenti:
€ 886,31 mensili per i lavoratori la cui retribuzione, comprensiva dei ratei della 13ª mensilità e delle altre eventuali mensilità aggiuntive (14ª, ecc.) è pari o inferiore a € 1.917,48 lordi mensili;
€ 1.065,26 mensili per i lavoratori che hanno una retribuzione superiore a € 1.917,48 lordi mensili.
Gli importi massimi devono essere aumentati del 20% in caso di integrazioni salariali concesse in favore delle imprese del settore edile e lapideo per intemperie stagionali.
Agli importi indicati deve essere applicata una detrazione pari al 5,84%.
I periodi di cassa integrazione sono utili per il diritto e per la misura della pensione.


PER QUANTO TEMPO

L’integrazione salariale per l’industria è corrisposta per un massimo di 13 settimane consecutive prorogabili eccezionalmente fino ad un massimo di 52 settimane.
L’integrazione salariale per il settore edile ed affini è corrisposta per un massimo di 13 settimane continuative prorogabili eccezionalmente, nei soli casi di riduzione dell’orario di lavoro, fino ad un massimo di 52 settimane.

FONTE: sito web dell’INPS

Segnala la notizia Segnala questa notizia
Versione stampabile Versione stampabile
Iscrizione Mailing List Iscriviti alla mailing list